Scrittura in/di formazione

copertina-quattro-soli-a-motore-nicola-pezzoli-x-sitoA volte mi dicevo: diventerò un misantropo peggiore di Kestenholz. Non mi vorrà bene nessuno, perché non lo merito. Avrò la vita di un’ala senza volo. Sarò un simulacro di me. Statua vivente, fantasma indurito. Anticipo d’espiazione, sarò il pazzo che va alla stazione per aspettare nessuno. Attenderò coincidenze sul binario morto. No, temerò anche la stazione. Avrò paura della gente. Farò passeggiate soltanto nei boschi più fitti. Sperando di trovare il Non Luogo in cui riuscire definitivamente a perdermi. Se sentirò arrivare qualcuno mi nasconderò dietro il tronco di un castagno. Non vorrò fare incontri. Non vorrò parlare con le persone. Mi annoieranno. Mi spaventeranno. Ne avrò disgusto. Se vorrò compagnia, sarà quella di un micio.

E non vorrò essere di peso a nessuno: fingerò di non avere bisogno di consolazione, di attenzioni, di carezze. Niente amici. Niente affetto. Ammesso che sia possibile averne. Caccerò la mia sofferenza sottoterra, a profondità da cui nessuno potrà riesumarla.

  Continua a leggere