“Odi” et Amo

Nel 2011 è stato pubblicato dalla Miraggi Edizioni un simpatico volumetto poetico, dal titolo tanto accattivante quanto pericolosamente assimilabile ad un ennesimo sequel del brutto capolavoro narratologico di Federico Moccia.

Ti amo ma posso spiegarti, dunque, porta la firma di Guido Catalano, poeta e performer dell’area torinese, uno di quei tipici quarantenni dall’apparenza sbruffona e assai gioviale, che forse non sarà proprio il classico fine erudito – come mi vien da pensare – ma che però/perciò merita che gli si tributi una qualche critica attenzione.

Prendo dunque questo libretto un po’ per celia, un po’ per curiosità: voglio vedere fino a che punto si spinge la presa in giro del corrivo romanticismo poetico italiano, cerco di capire se per caso trattasi dell’ennesimo esperimento di marketing, seppure blandamente camuffato da satira sociale impenitente.

Insomma, com’è come non è, il gioco tutto sommato non mi dispiace, anzi, mi attira. Continua a leggere