Happy Bloomsday!

PoldyQuest’anno, noi lettori italiani abbiamo almeno due motivi per festeggiare il Bloomsday. Due, infatti, sono le nuove traduzioni dell’Ulisse pubblicate negli ultimi mesi: quella di Enrico Terrinoni (per Newton Compton) e quella di Gianni Celati (Einaudi).

Ma l’Ulisse ha trovato i suoi lettori oppure li sta ancora cercando? Per lo meno per quel che riguarda il secolo passato, nessuna opera come quel «libro di un proletario autodidatta» (parole di Virginia Woolf) ha prodotto un cambio di orizzonte così radicale, per dirla con Jauss. Continua a leggere

Annunci