Se lo fa Bagnasco posso farlo anche io

Qualche giorno fa, quando ho sentito il cardinale Bagnasco esprimere la propria opinione a proposito del voto in Parlamento sulle unioni civili, mi sono detto che la sua opinione è legittima quanto la mia (in fondo, oltre che cittadino italiano, sono un funzionario dello Stato). E allora anche io ho qualche cosa da dire su Vaticano, Chiesa e dintorni, senza addentrarmi nelle questioni dottrinarie (non ci credo, quindi mi parrebbe di perdere tempo). Continua a leggere

Sentenze etero(sessuali)

giustizia (1)Il 2013 pare iniziato già sotto una forte spinta al cambiamento.

Ieri, 11 gennaio, la Corte di Cassazione ha creato un (solido?) precedente per la difesa dei diritti delle coppie omosessuali, in merito all’affidamento dei figli, argomentando che troppo spesso «si dà per scontato ciò che invece è da dimostrare, ossia la dannosità di quel contesto familiare per il bambino».

È stato infatti respinto il ricorso sporto da un padre che contestava l’affidamento del figlio alla madre, gay appunto, adducendo come motivazione l’ipotesi di possibili «ripercussioni negative sul bambino».

La Cassazione ha però giustamente rimarcato che alla base di queste illazioni «non sono poste certezze scientifiche o dati di esperienza, bensì il mero pregiudizio che sia dannoso per l’equilibrato sviluppo del bambino il fatto di vivere in una famiglia incentrata su una coppia omosessuale»Continua a leggere