A un vincitore nella poesia di ricercare

Michele Zaffarano

A un vincitore nella poesia di ricercare *

Sono molto contento, sono molto confuso contento, sono molto a prescindere allietato confuso contento che la poesia di ricercare vince il premio della poesia di ricercare, sono molto confuso annebbiato contento a prescindere che la poesia di ricercare vince, che la critica della poesia di ricercare, sono molto contento. Sono molto ambiguo contento, circa la poesia che ricerca chi vince, la poesia di ricercare, la poesia che ricerca, la poesia ricercatrice, che la critica ricerca, che vince la poesia dei premi della poesia che ricerca, sono molto contento a prescindere, sono molto aggiudicato che il perspicace critico fa di vincere la poesia che ricerca, nella ricerca, nel ricercare, il premio per ricercare nella poesia che ricerca, sono molto a prescindere sicuro attento che la poesia che ricerca vince il premio della poesia che ricerca, Continua a leggere

More uxorio, finalmente

Certe MORE UXORIO - copertina primavolte, quando qualcosa si compie, quando si realizza un progetto in cui si è creduto fin dal primo momento, si ha il piacere di dire «io l’avevo detto». Ecco, questa è una di quelle volte. Esce finalmente (a un paio d’anni dalle prime anticipazioni) More uxorio di Francesca Fiorletta (Zona, con una nota di Alessandra Sarchi), un libro che ho apprezzato sin dal principio della sua stesura. E che mi piacerebbe fosse apprezzato anche da molti altri.
Ne pubblichiamo le prime righe. Continua a leggere

Impressions de Sicile. Il sogno

IMG_0087La strada in salita termina davanti al primo ordine di scale, dal quale si accede a una terrazza balaustrata, una piccola piazza, che si affaccia sul pendio. Tutt’intorno ci sono le palme. La strada riprende dall’altra parte, dopo un’altra scalinata. Bisogna per forza passare di qui, cioè salire, attraversare la terrazza e scendere dall’altra parte, non ci sono vie alternative.  Continua a leggere